La bellezza salverà il mondo... dalla superficialità

La bellezza salverà il mondo…. dalla superficialità

Lo ha metaforizzato Dostoevskij, oltre un secolo fa, ma sembra non volesse riferirsi allo stesso concetto di bellezza, al quale si fa spesso riferimento oggi, quello meramente estetico di una donna, e talvolta anche un uomo, esteriormente e anatomicamente giovani e perfetti.

L’autore russo, inneggiava, piuttosto, al concetto di bontà e umanità che rende bella anche la persona che esteticamente non lo è, perché possiede, invece, una bellezza profonda che il tempo e le rughe non possono scalfire né alienare.

 

La mia riflessione

Sarebbe importante recuperare questo concetto e farlo proprio, dare un valore vero a sé stessi e alle persone. In ogni donna, e in ogni uomo, può esserci qualcosa di molto più bello di un seno perfetto o di un fisico scolpito, c’è una personalità unica e irrinunciabile, fatta di di dignità e sentimenti, capacità di affrontare le difficoltà e superarle, con tutta la bellezza e la forza di cui siamo capaci.

Buon ben.essere a tutti.

No Comments

Post a Comment